Rinnova gli impianti elettrici della tua casa!

 
Adeguamento impianti elettrici: per un impianto a norma di legge

Quali sono i requisiti indispensabili per definire un impianto elettrico "a norma di legge" e, dunque, più efficiente e sicuro in termini di funzionalità e durata? Per avere impianti elettrici regolamentari occorre seguire, in fase di realizzazione o ristrutturazione energetica, i principi stabiliti dalla normativa vigente in materia di sicurezza degli impianti elettrici.

Con l’entrata in vigore della legge 46/90 sono state, infatti, stabilite norme più rigide in materia di sicurezza ed adeguamento degli impianti elettrici. L'obiettivo della nuova legislazione era quello di eliminare la comune e diffusa prassi del “fai da te”. La Normativa stabilisce che, per essere considerato "a norma", deve essere progettato, installato e sottoposto ad interventi di manutenzione ed ampliamento, realizzati esclusivamente da personale qualificato, competente ed abilitato. Una volta completati i lavori, la ditta autorizzata è tenuta a rilasciare al cliente una “dichiarazione di conformità per l’impianto”.

Per essere considerati adeguati, gli impianti elettrici devono essere muniti di:

  • Dispositivi di sezionamento posti all’origine dell’impianto (interruttori generali);
  • Dispositivi di protezione contro le sovracorrenti (interruttori automatici, fusibili, ecc.);
  • Dispositivi contro i contatti indiretti (dispositivo differenziale coordinato con l’impianto di terra) oppure interruttore differenziale con Idn <= 0,03 A );
  • Protezioni contro i contatti diretti (isolamenti, involucri, ecc.).


In assenza di tali requisiti è necessario sottoporre l’impianto ad un intervento di adeguamento che lo renda a norma di legge.

La legge 46/90 e le successive modifiche che hanno interessato il testo della normativa in materia di sicurezza degli impianti, sono state soppiantate ed integrate dal D.M. 22.01.2008 n° 37 “Regolamento concernente l'attuazione dell'articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici”.

Il nuovo testo di legge estende il settore di applicazione della normativa alle strutture con qualsiasi destinazione d’utilizzo e alle relative pertinenze.

Detrazione del 36% ed adeguamento degli impianti elettrici

L’adeguamento di un impianto elettrico non solo ne assicura la sicurezza, ma può portare anche numerosi vantaggi dal punto di vista del risparmio dei consumi energetici.

La normativa vigente in materia contempla l'opportunità di usufruire di una serie di agevolazioni e detrazioni in caso di interventi di ristrutturazione, che abbiano l'obiettivo di ottimizzare i consumi energetici e di ridurre i danni per l'ambiente.

Orientarsi in ambito fiscale non sempre è semplice, ma chiedendo consiglio agli esperti di Digibox Service, potrete conoscere tutti i dettagli relativi alla detrazione del 36% e valutare la possibilità di usufruirne per l’adeguamento del vostro impianto elettrico.