Sì, per tutti gli impianti di nuova realizzazione

 
Impianti elettrici Cattolica: dichiarazione di conformità obbligatoria?

Digibox Service a Cattolica, fornisce la dichiarazione di conformità per tutti i suoi impianti non solo perché ha a cuore la sicurezza dei suoi clienti ma anche perché il rilascio di tale importantissima certificazione è obbligatorio per legge.

La dichiarazione di conformità è infatti un documento che le imprese regolarmente abilitate devono necessariamente rilasciare al committente (il proprietario), in seguito alla realizzazione o alla modifica di un impianto elettrico ad uso civile o produttivo e certifica che tali impianti seguano gli standard imposti dalla legge.

Il regolamento è contenuto nel decreto ministeriale n.37 del 22 gennaio 2008 che sostituisce la precedente legge in materia n.46 del 5 marzo 1990

L'articolo 6 del regolamento prevede che tutti gli impianti elettrici o radiotelevisivi, ma anche quelli per la fornitura del gas, per il riscaldamento e gli impianti idrici, debbano essere realizzati "a regola d'arte" e cioè in modo conforme alle normative vigenti in materia tecnica, di sicurezza e protezione ambientale. In particolare la dichiarazione certifica che gli impianti Digibox Service di Cattolica sono:

  • Conformi al progetto di impianto redatto ai sensi di legge;
  • Conformi alle norme tecniche applicabili al particolare tipo di impianto;
  • Realizzati utilizzando componenti e materiali adatti al luogo di installazione;
  • Controllati ai fini della sicurezza e della funzionalità con esito positivo, avendo eseguito le verifiche richieste dalle norme e dalle disposizioni di legge.
     

Il decreto si applica a tutti impianti posti al servizio degli edifici, indipendentemente dalla destinazione d'uso, collocati all'interno degli edifici stessi o delle relative pertinenze (giardini, campi, etc.). Qualora l'impianto fosse connesso a reti di distribuzione, la legge si applica a partire dal punto in cui l'azienda fornitrice mette l'energia a disposizione dell'utente.

In particolare, per quanto riguarda gli impianti elettrici, si intendono tutti gli impianti di produzione (es: pannelli solari), trasformazione, trasporto, distribuzione e utilizzazione dell'energia elettrica, nonché gli impianti di protezione contro le scariche atmosferiche (fulmini) e gli impianti per l'automazione di porte, cancelli e barriere.

La legge inoltre impone che per ogni installazione, trasformazione o ampliamento dell'impianto elettrico, debba essere redatto un progetto da parte di un professionista iscritto nell' albo professionale secondo la specifica competenza tecnica richiesta, oppure uno schema dell'impianto realizzato che descriva l'opera così come eseguita, allegando tali documentazioni alla dichiarazione di conformità. 
Gli altri allegati obbligatori sono: 

  • Una relazione con la tipologia di materiali utilizzati; 
  • Una copia del certificato di riconoscimento dei requisiti tecnico-professionali;
  • Un riferimento ad eventuali precedenti dichiarazioni di conformità.

 

Ma questo vuol dire che la dichiarazione di conformità è obbligatoria in ogni caso?

La legge non contiene l'obbligo di adeguare gli impianti elettrici: l'obbligo è quello di realizzare a regola d'arte ogni nuovo impianto o modifica di un impianto preesistente, rilasciando la relativa dichiarazione di conformità. Nel caso della modifica la dichiarazione deve essere relativa alla sola parte modificata ma con l'obbligo da parte dell'impresa installatrice, di garantire la funzionalità dell'impianto nel suo complesso.

Inoltre non è obbligatorio allegare la dichiarazione di conformità nei rogiti: se vendete o comprate casa è necessaria la certificazione della classe energetica.

Che succede per gli impianti elettrici precedenti all'entrata in vigore del decreto?

È possibile far redigere da un professionista una dichiarazione di rispondenza, che attesti che l'impianto è conforme alla legge. Però questo vale, è bene specificarlo, solo per gli impianti precedenti al marzo 2008! 

Per tutti questi motivi è bene diffidare delle imprese e dei tecnici improvvisati che non rilasciano la dichiarazione di conformità perché, oltre ad infrangere la legge ed andare incontro a pesanti sanzioni amministrative, non garantiscono la necessaria sicurezza e qualità degli impianti.

Affidatevi a Digibox Service per i vostri impianti: la professionalità non si improvvisa.